Mutui – Coronavirus

L’attuale emergenza coronavirus e le misure di lockdown prese dal Governo hanno portato alla possibilità di sospendere le rate del mutuo fino ad un massimo di 18 mesi per le famiglie colpite economicamente.

Per la sospensione delle rate il Governo ha potenziato il Fondo di Solidarietà per i mutui prima casa, cosiddetto Fondo Gasparrini.

Il decreto numero 9/2020 stabilisce che la sospensione del pagamento delle rate del mutuo può essere richiesta dai soggetti mutuatari che dimostrino di aver subito una sospensione dal lavoro di almeno 30 giorni lavorativi consecutivi o una riduzione dell’orario di lavoro del 20% per almeno 30 giorni lavorativi consecutivi.

Il decreto numero 18/2020 ha esteso la possibilità di beneficiare della sospensione del pagamento delle rate del mutuo anche ai lavoratori autonomi che auto-certifichino di aver registrato una diminuzione del fatturato superiore al 33% nel periodo che intercorre tra il 21/2/2020.

Per fare richiesta di sospensione é necessario presentare la domanda alla propria banca, corredata della documentazione che comprovi di potervi accedere.

La sospensione del pagamento delle rate del mutuo non comporta nessuna spesa di istruttoria o commissione ne richiede nessun tipo di garanzia aggiuntiva.

Bisogna considerare comunque che se si decide di sospendere il pagamento delle rate del mutuo le stesse ripartiranno da dove si erano bloccate quindi il piano di ammortamento si allungherà tanto quanto sono le rate che abbiamo sospeso.

Durante la sospensione delle rate il mutuatario dovrà comunque versare alla banca la metà degli interessi maturati sulle rate non versate, incluso lo spread.

La scelta quindi non va presa con leggerezza.

Un’alternativa potrebbe essere quella di stringere la cinghia pagare le rate e appena finito il periodo di criticità optare per una surroga o rinegoziazione del mutuo potendo godere probabilmente di tassi vantaggiosi stando alle attuali condizioni di mercato.

Avvisare la banca delle proprie difficoltà economiche é il miglior compromesso, la vostra banca vi supporterà nel trovare la soluzione migliore.

Per l’accesso alla moratoria sui mutui prima casa, infatti, è richiesto dal regolamento:

  • che l’immobile oggetto del mutuo sia identificabile come «prima casa» (adibito quindi ad abitazione principale dello stesso mutuatario);
  • che l’immobile non abbia le caratteristiche di lusso indicate nel decreto del Ministero dei lavori pubblici in data 02/08/1969 (non deve pertanto rientrare nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9);

 ● che il mutuo non sia di importo superiore ad 250.000€;

  • che il mutuo sia in ammortamento da almeno un anno;
  • che per la stipula non si abbia usufruito di agevolazioni pubbliche.

In breve questo é l’elenco dei presupposti per fare la richiesta:

  • cessazione del rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato;
  • cessazione del rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato;
  • cessazione dei rapporti di lavoro para-subordinato o di rappresentanza commerciale o di agenzia;
  • morte, riconoscimento di grave handicap ovvero di invalidità civile non inferiore all’80%;
  • sospensione del lavoro o riduzione dell’orario di lavoro per un periodo di almeno 30 giorni consecutivi,

– lavoratore autonomo o libero professionista, che abbia avuto un calo del fatturato medio giornaliero, in un trimestre successivo al 21 febbraio 2020 ovvero nel minor lasso di tempo intercorrente tra la data della domanda e la predetta data, superiore al 33% rispetto al fatturato medio giornaliero dell’ultimo trimestre 2019. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...